Quanto conta la marca di un’impastatrice?

Per scegliere la migliore impastatrice non sempre la marca è il giusto indizio da seguire. A prescindere dal prodotto, è una regola che vale per tutti, nel senso che non è detto che un oggetto di marca sia migliore di un altro non firmato, anzi potrebbe essere anche il contrario, l’ultima parola spetta sempre alla qualità più o meno alta del prodotto. Quando si intende comprare un’impastatrice di marca più che al prodotto si punta al nome, alla griffe, che certo ha un peso in termini di affidabilità, ma non è tutto. Sono anche altri i parametri da considerare e i requisiti che deve avere una buona impastatrice. Guardandovi intorno, avrete già iniziato a guardare qualche vetrina o qualche buon sito di e-commerce o di informazioni utili in materia, come www.impastatricemigliore.it, vi sarete accorti che le marche sono, alla fin fine, sempre le stesse, i migliori prodotti ruotano attorno a marchi storici come Kenwood, Bosch, Ariete o Moulinex solo per citarne alcuni.

Ma se affinate l’occhio e l’ingegno non fermatevi alle prime e continuate a cercare nel sottobosco delle offerte per scovare, magari a miglior prezzo, un’impastatrice con le stesse caratteristiche di quella firmata. Le impastatrici in commercio non sono macchine statiche e passive, ma hanno un corredo di funzionalità molto ricco e avanzato, a partire dai gradi di velocità lenta, media o veloce. Se v’imbattete in un’impastatrice a 6 velocità potrete ritenervi fortunati. A seconda di ciò che dovrete fare con l’impastatrice potrete scegliere i migliori accessori, quelli più funzionali, come le fruste che si utilizzano per impasti dolci e salati.

Quanto e più della frusta anche altri accessori hanno un’importanza strategica che fa la differenza nell’uso dell’impastatrice, uno per tutti il coperchio paraspruzzi che serve a parare la cucina da eventuali schizzi d’impasto nel corso della preparazione. Al pari del coperchio paraspruzzi, vi sono anche altri sistemi di sicurezza, anche più incisivi come nei modelli di impastatrice progettati per fermarsi ogni qual volta si alza il braccio impastatore per una questione di mera sicurezza. Un’ultima accortezza va riservata ai materiali del contenitore, il migliore è in acciaio, l’unico in grado di supportare la lavorazione di alimenti portati ad alte temperature.