Come mantenere al meglio l’affettatrice manuale?

Le affettatrici manuali sono molto usate, nelle cucine di tutto il mondo – persino nel campo della ristorazione. È uno strumento molto pratico e comodo da usare, in quanto ci consentono di tagliare il cibo molto più velocemente, e comodamente, rispetto a un coltello normale. Per tale ragione sempre più persone la scelgono per affettare verdure, pane, salumi e formaggi. Talvolta se ne fa un uso talmente intensivo che è bene trattare con cura l’affettatrice, al fine di farla durare a lungo e non doverla gettare via prima del tempo. Ma come si mantiene al meglio un simile macchinario? Scopriamolo nelle prossime righe!

La prima cosa da fare per non danneggiare la macchina è pulirla assiduamente, dopo ogni utilizzo (seppur breve). Per mantenere una macchina simile sempre al top dovremo perciò eseguire delle operazioni complesse, ma necessarie. Si tratta di procedure rischiose, che quindi richiedono estrema calma e attenzione quando le eseguiamo. Le migliori affettatrici sono già predisposte per esser pulite, e hanno delle componenti principali smontabili – in modo da facilitarne la pulizia. Se non vogliamo correre il rischio di farci male con le lame durante la pulizia dobbiamo optare per un modello con carrello smontabile. Così avremo modo di pulire con maggiore spazio e libertà di movimento. Usiamo poi un panno umido, e uno sgrassatore per prodotti destinati a un uso alimentare, per rimuovere residui di cibo.

Ricordiamo che maneggiando le lame dell’affettatrice è sempre possibile ferirsi accidentalmente. Per questo è bene pulire la macchina quando siamo tranquilli, e senza fretta. Infatti le lame sono affilatissime, e non sempre si possono detergere velocemente. Dedichiamo all’operazione il tempo che merita.

Come ulteriore garanzia di sicurezza assicuriamoci che l’affettatrice abbia il marchio di sicurezza CE, che attesta che il prodotto è idoneo ai requisiti base di sicurezza. Poi possiamo cercare ulteriori misure, come il copri lama di cui sono dotati alcuni modelli (o il salva dita per esempio). Infine occhio ai piedini di gomma antiscivolo: devono esserci, così che l’affettatrice non slitti sul piano di appoggio proprio mentre la stiamo usando.

Ancora dubbi sulle affettatrici manuali?